video

Venduto, l'arte urbana occupa Milano

La festa inaugurale della nuova associazione no profit Venduto è andata bene, più che bene. L'idea dei fondatori Antonio Ponti, Barbara Crimella e Roberta Molin Corvo è partita dalla voglia di realizzare qualcosa di diverso a Milano, per Milano, attraverso manifestazioni culturali ogni volta diverse.

La prima è avvenuta all'interno degli spazi dismessi di un ex centro di smistamento di Poste Italiane nel quartiere Ortica "occupati" per l'occasione dalle opere degli urban painters ORTICANOODLES, dalle sculture di Duilio Forte e Franco Mazzucchelli, dalla proiezione del video dell'artista Diana Le Quesne. Al piano superiore le istallazioni di uno o più artisti: quali Davide Genna, K-NARF, Diana Le Quesne, Barbara Crimella, Luca Pierro e Andy (ex Bluvertigo). 


Un percorso emozionale che ha ruotato attorno all'udito, al gusto e alla vista puntando sulla ricerca da parte di ogni artista di qualcosa che fosse attinente alle caratteristiche dagli spazi da allestire. Accanto alle istallazioni video del collettivo
VisualContainer, si sono alternati alla consolle Parro, Edgar Drake e, "surprise guest", ... XXX. A seguire Baby Killer, Andy, Alessio Bertollot e, per la prima volta in Italia, Eduardo Castillo.

Il video della serata e le interviste ad Andy e Antonio Ponti, uno degli ideatori, nonché direttore commerciale e soco del marchio Closed.

Riprese e interviste di Laura Pacelli
Montaggio di Massimiliano Rizzi

Vota 12345 (3 voti)
 
Commenti 1 commento

DG_VICTIMS (25/11/2010 ore 17.35)
Finalmente qualcosa di 'poco Italiano', speriamo che la cosa rimanga cosi' gestita per il solo gusto di mostrare artisti e opere sconosciute, accompagnando il tutto da buona musica. @twitterinredazione

aggiungi un commento

INVIA

pubblicato Mercoledì 24 Novembre 2010
di Laura Pacelli
montaggio di Massimiliano Rizzi

Vai alla pagina di abbonamento